Bici a Minusio: fondamentale è un percorso ciclabile sicuro su via Simen

A seguito del divieto estivo per le biciclette durante i fine settimana introdotto dal Municipio di Minusio su parte del Lungolago PRO VELO Ticino (PVT) si è nuovamente chinata sulla questione. L’associazione per la tutela degli interessi dei ciclisti sottolinea che in futuro il numero di ciclisti anche grazie ad ALPTRANSIT aumenterà. L’infrastruttura ciclabile va quindi messa al passo con i tempi e adeguata alle necessità. PVT ribadisce la sua opposizione a qualsiasi divieto delle biciclette sul lungolago ma ritiene necessario offrire al più presto una variante alternativa sicura per i ciclisti più veloci che a volte sono all’origine di conflitti con i pedoni su via alla Riva.
PVT ha inviato ai comuni di Minusio e Muralto una proposta dettagliata per la creazione di un percorso ciclabile sicuro che permetta di collegare Tenero a Locarno sgravando nel contempo il lungolago. Il tracciato proposto segue nella sua parte centrale via Simen per proseguire poi su via Rivapiana. Soprattutto il tratto su via Simen dovrà essere messo in sicurezza deviando il traffico motorizzato di transito verso Tenero su via San Gottardo e introducendo un senso unico. Per rendere attrattivo questo percorso ciclabile sarà inoltre centrale mettere a disposizione delle rampe di accesso facili e ben marcate.

La proposta di PVT si articola su 4 punti principali:

  • La realizzazione a Minusio di un’attrattiva rampa di accesso in salita a Via Simen da Mappo (rispettivamente in discesa verso Mappo) tramite una ciclopista bidirezionale a fianco della strada cantonale. Questa opera è già in fase progettazione di massima da parte del Cantone.
  • La messa in sicurezza di tutta la via Simen tramite l’introduzione dei 30 km/h e l’applicazione di un senso unico (da Locarno verso Tenero) sulla sua parte occidentale dall’incrocio di via ca di Ferro fino all’incrocio con Via Borenco. Se il limite dei 30 km/h non sarà sufficiente per scoraggiare il traffico di transito bisognerà valutare un’inversione del senso unico permesso. Su questo tratto l’incrocio di autoveicoli sarà permesso solo ai bus di linea. Le due corsie ciclabili attuali ai lati della carreggiata verrebbero mantenute, ma data la limitazione della velocità e degli incroci dei veicoli a motore la sicurezza sarà nettamente aumentata.
  • Un’attrattiva rampa di accesso a via Rivapiana dal lungolago di Muralto tramite una ciclopista bidirezionale e un sottopassaggio per le biciclette sotto la ferrovia.
  • Il riassesto urbano del lungolago di Muralto con la creazione di una ciclopista bidirezionale davanti (verso il lago) agli attuali parcheggi delle auto.

Con questa proposta PRO VELO Ticino ritiene di aver contribuito all’individuazione di una soluzione globale, atta a garantire una mobilità ciclistica di qualità tra Locarno e Tenero. Le misure proposte permettono sia di minimizzare i conflitti tra pedoni e ciclisti sul lungolago, sia di garantire ai ciclisti veloci un percorso più sicuro su Via Simen.
PRO VELO Ticino conferma la sua disponibilità ad approfondire le soluzioni proposte, auspicando che vengano realizzate il più rapidamente possibile.

La proposta completa da scaricare
Consulta qui la proposta completa di PRO VELO Ticino inviata ai comuni interessati: Ciclopista Tenero-Locarno, la proposta.

Lascia un commento